Progetto EuroTeCH: European Technologies and strategies for Cultural Heritage at risk

31/01/2019

eurotech_3_info
eurotech_3_info

Al via il progetto EuroTeCH (European Technologies and Strategies for Cultural Heritage at risk), approvato ad agosto 2018 nell’ambito del programma di finanziamento UE Call 2018 KA203 Erasmus Plus-Strategic Partnerships for Higher Education, coordinato dall’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara (prof. O. Menozzi) e presentato a fine novembre 2018 con il kick-off meeting di cui si è data notizia in questo sito.

A esso partecipano istituzioni, enti di ricerca e imprese attivi nel settore dei beni culturali: per l’Italia, l’Istituto Centrale per l’Archeologia (dott. E. Calandra, anche per il Servizio II della Direzione Generale Archeologia, belle arti e paesaggio; dott. V. Acconcia) e le società Pegaso srl (dott. R. Carmagnola, dott. G. Adinolfi) e Ud’ANET Company (spin-off dell’Università di Chieti-Pescara); per la Spagna, l’Università de Rovira y Virgili di Tarragona (prof. J. Ruiz De Arbulo, prof. R. Mar); per la Polonia, l’Università di Varsavia (P. Dyzce); per Cipro, il Cyprus Institute (prof. S. Hermon); per la Francia, l’Università di Bordeaux (prof. F. Tassaux); per Libia-Egitto, la società BGECO-Beida GeoPlan Company (dott. A. Ammar, dott. A. Tunca).

EuroTeCH è finalizzato allo sviluppo di nuovi approcci nella didattica intensiva, legata alla trasmissione delle pratiche innovative applicate all’archeologia e ai beni culturali in generale, ed è rivolto a studenti, laureati, dottorandi e ricercatori in Lettere, Archeologia e Beni Culturali di tutte le Università aderenti. L’obiettivo principale del progetto è quello di sperimentare e applicare nuovi approcci alla disseminazione di conoscenze legate alle metodologie della ricerca, pura e applicata, definendo un nuovo curriculum EU di “Archaeologist Technologist” per professionisti e specialisti, di esperto in diagnostica, ricerca, mappatura, valorizzazione e divulgazione del patrimonio culturale a rischio (diagnostic, research, mapping, training, valorization and dissemination).

L’Istituto Centrale per l’Archeologia partecipa al progetto con linee di ricerca relative alle metodologie di indagine e recupero di beni archeologici in situazioni di emergenza e all’archeologia urbana.

Per maggiori informazioni seguici nella sezione Progetti o a questo link.

Allegati